IV - NOMI più o meno NOTI

 

bullet

1. Sullo scrittore anglo-pakistano Salman Rushdie continua a pendere non la spada di Damocle, ma la scimitarra di Khomeini buonanima: tutti sanno che contro di lui è stata emessa la terribile fatwa, cioè una vera e propria condanna a morte per aver scritto i Versetti satanici, ritenuti gravemente offensivi dell'Islam.

Ora, il cognome Rushdie (di cui ignoro il significato originario, ammesso che l'abbia), opportunamente scomposto, sembra quasi contenere un sinistro presagio di quello che è oggi il drammatico destino dello scrittore: costretto a vivere praticamente blindato.  La frase <<Rush, Die!>> verrebbe infatti a significare, in inglese: <<affréttati, muori! >>.

Come dire: <<Se non ti sbrighi a crepare da solo, arriviamo presto o tardi noi, i giustizieri di Allah, a spedirti all'altro mondo>>.

 

 

bullet

2. 1997-98.    Lo sceneggiato televisivo Il Maresciallo Rocca ha raggiunto indici altissimi di ascolto e di gradimento.  
                                                                  

                                                                 Bisenso

        
     
A QUALI VERTICI 
      TU TI  XXXXXXXX,

                                                                  GIGI CARISSIMO, 
                                                                DETTO  XXXXXXXX  !

      NB - La soluzione in fondo alla pagina

 

 

bullet

3. Alba Parietti: esuberanza e "selvaggeria".    Come dire: le zinne (ubera, in latino) e le zanne.

 

 

bullet

4.                              Anche l'orecchio vuole la sua parte   

Alla fine l'ha spuntata EURO. (Vedrete che tra un po' di tempo qualche patito di Virgilio, parafrasando Eneide III, 57, sospirerà: <<EURI SACRA FAMES!>>).  Ma i nomi candidati a designare la moneta unica europea erano stati (almeno) una mezza dozzina. Tra questi, anche ducato. Che fu scartato quasi subito. Pensate a come sarebbero suonate stravaganti frasi come queste:

                                          <<NON VALE UN DUCATO BUCATO >>

                                  <<NON CI PUNTEREI UN DUCATO BUCATO >>.

 

 

bullet

5. Questo punto è stato cestinato        

 

bullet

6.                                          SCHIFF = NAVE
                     SCHIFFER = NAVIGANTE


Claudia Schiffer: così fulgida, così algida.     Comunque, se siete degli inguaribili spasimanti della Claudia internazionale e volete dedicarle un omaggio canoro, non cantatele una generica serenata.  Cantatele una barcarola (= SCHIFFERLIED, in tedesco).   

bullet

7. -  Marzo '96.  -  Il più probabile prossimo avversario di Clinton nella corsa alla presidenza si chiama Robert Dole.  Il fatto curioso è che in inglese dole significa sussidio di disoccupazione : un tipo di provvedimento, cioè, che il partito di Dole (reaganian-repubblicano e quindi conservatore) tende a vedere come il fumo negli occhi e a delimitare il più possibile.

Vignetta raccontata.     Immaginiamo che Bob Dole venga eletto. Una tale incontra un amico, tutto sbrindellato e avvilito.

- Come mai così depresso (=doleful)? - gli chiede.

- Per forza! - sospira il poveraccio - Dole mi ha tolto il dole.       

 

 

bullet

8. Settembre - ottobre '98. -  A molti dei suoi iscritti e simpatizzanti, la CGIL dà l'impressione di appiattirsi eccessivamente su posizioni governative: urge uno svegliarino.    Anagrammando il nome e cognome del segretario Sergio Cofferati, otteniamo il seguente incitamento: 

                                     SORGI, CEFFO, E TIRA !

NB - CEFFO: In riferimento alla fisionomia 'grintosa' - da antico condottiero romano o da capitano di ventura rinascimentale o, meglio, da samurai orientale - del nostro eroe.

      - TIRA: nel senso di "tira la carretta" o, più drasticamente, di "tira il collo" (alla Confindustria, per esempio).

 

 

bullet

9. Non è un mistero per nessuno la propensione del neo-ex-presidente russo Boris Eltsin per l'alcool (vodka, ma non solo).    Di qui alcuni suoi ricorrenti guai fisici (con conseguenti ricoveri).    Vi presentiamo un immaginario botta e risposta tra la signora Naina Eltsin e l'illustre consorte:

"SII SOBRIO,

O BORIS !"  *  "Sìì !! "

 

NB - Ai lettori più distratti ci permettiamo di far notare che il secondo rigo è l'anagramma del primo.  Altra variazione sul tema:

 

SOBRIO?  BRIOSO?

(O BORIS !)

 

 

bullet

10. Ottobre '95.  -  Ho incrociato recentemente un corteo di studenti che inalberavano cartelli e striscioni di protesta contro gli esperimenti atomici francesi nell'isola di Mururoa. Uno slogan in particolare mi è parso carino: "CHIRAC, CE N'EST PAS CHIC!".     Ne propongo uno per il prossimo corteo: 
                                "et chirac dé
chira l'ŒCOSYSTème!"  
                                  
(= e Chirac lacerò l'ecosistema).       

 

 

bullet

11. Nel lontano 1974 fu un gol 'in extremis' di Fabio Capello a determinare una storica vittoria della nostra nazionale dei calcio su quella inglese.  Qualcuno osservò allora che l'Italia l'aveva spuntata per un capello.  Tanto di cappello al nostro Fabio, comunque.    Qualche domenica fa - novembre '95 - , la TV ci ha mostrato l'allenatore Fabio Capello mentre usciva dal campo protestando vivacissimamente per un gol annullato al suo Milan: aveva un diavolo per capello. In altre parole: Fabio aveva 'preso cappello'.    Appello accorato: la Commissione disciplinare non infierisca troppo sul povero Fabio e non si metta in testa di spaccare un capello in quattro.

 

 

bullet

12.              La soave conduttrice di Verissimo 
                   sarebbe forse inimitabile?

                                         Tu che il verso rifai a tante dive, 

                                         a tante star ( e a tante oche giulive)

                                         e parodi perfin Romano Prodi
                                         senti, cara Guzzanti, ascolta e odi: 

                                         perché mai non parodi la Parodi

                                         Si direbbe (a me PAR), cara Sabina, 

                                         che ODI scimmiottare la Cristina.

 
bullet

13. Tra le femministe d'assalto italiane, Elvira Banotti è stata senza dubbio una delle più determinate nell'aggredire i privilegi dei maschietti .  Come dire:

BANOTTI   E[L]VIRA

 

 
bullet

14.                                              Cambi di iniziale

Giugno '96: Vincenzo Visco alle Finanze!    Dichiarazione del neo-insediato ministro (2.6.96): "Il sistema tributario va radicalmente cambiato".

 

DICE IL NEO-MINISTRO   XXXXX:

<<RIFONDARE OCCORRE IL  YXXXX:

     QUESTO INTENDO, QUESTO AMBISCO!>>.

                                                 (MAI SENTITO QUESTO   ZXXXX ?)

  NB - La soluzione in fondo alla pagina.

 

 

bullet

15.                                     Bifronte sillabico

Dopo due anni.   
Ma cosa aspetta il ministro delle Finanze a individuare e stanare i tanti e tanti furbacchioni che frodano il Fisco (evasori, elusori e ladreria compagna)?    Insomma    

                                              IL VISCO // LI SCOVI  !

 


 

 

bullet

16. Mr. Tony "Emily" Blair

has - for politics - a flair;  

and he speaks with such a flare,

but he doesn't like to blare.        

 

Traduzione libera: l'attuale primo ministro britannico dimostra un (notevole) talento politico; la sua oratoria è incisiva e brillante, ma rifugge dai facili effettacci tromboneschi.

PS - Non sfugga il fatto che blare (=strombazzare) ha l'identica pronuncia di Blair; si tratta cioè di un caso di 'omofonia'. Lo stesso dicasi di flare (=brillantezza) rispetto a flair (=fiuto).    'Emily' è il nomignolo che i compagni di college appiopparono al Nostro negli anni universitari, a motivo dei suoi modi gentili e aggraziati.

 

 

bullet

17.     Gigliola Cinquetti, figliola cinguetti. Lo stelloncino relativo è stato cestinato    

bullet

18.                                          Guidatore grintoso 

 Novembre '96.  - 
L'attuale presidente della Camera, subentrato all'on. Pivetti dopo il 'disarcionamento' del Cavaliere, si sta dimostrando ogni giorno di più un 'tipo tosto': non esita, all'occorrenza, a rimbeccare perfino il capo del Governo.

 

SUCCESSORE DELLA IRENE,

LUCIANIN (DETTO VIOLANTE)

SALDAMENTE IN MANO TIENE

DELLA CAMERA IL VOLANTE.

E SE IN CAMERA DIVENTA

LA BAGARRE TROPPO VIOLENTA

CAPACISSIMO è VIOLANTE

DI CHIAMARE LA VOLANTE.

 

 
bullet

19.                ...ma non poté essere hammamet tato  

 
La fine degli anni '70 assiste all'ascesa irresistibile dell'astro Craxi. Commento unanime, sia degli amici (con simpatia e ammirazione) sia degli avversari (con invidia e dispetto): Bettino nella stanza dei bottoni.    L'inizio degli anni '90 assiste al declino repentino e catastrofico del medesimo astro. Commento degli osservatori (quasi tutti antipatizzanti): BECCHINO FUORI DALLA STANZA DEI BOCCONI.

NB - BECCHINO: trasparente allusione alla tesi secondo cui Craxi avrebbe 'sotterrato' l'autentico partito socialista italiano.

         BOCCONI: maligno riferimento alla presunta (?) 'famelicità' di alcuni collaboratori del Nostro.

 

 

bullet

20.                  Attanagliato dal dubbio   

Scambio spesso, di Villaggio,

l'un con l'altro personaggio:

quel che intreccia i suoi ditozzi

è il sor Fracchia oppur Fantozzi?

Quello con l'amante xxxxxxx

è Fantozzi oppure Yxxxxxxx?

 

           NB - La soluzione in fondo alla pagina.

bullet

21. Nei primi anni '60, prima di diventare mondialmente famoso con Il cognome del giglio, il pensatore Umbro Riverbero pubblicò un saggio intitolato Elogio di F<io>R<av>ANTI (non Domenico: l'altro), che - probabilmente frainteso - contribuì non poco a svecchiare un'ammuffita pedagogia, tutta intenta ad esaltare i noiosissimi Garrone e Derossi.   E i benèfici frutti di questo 'ringiovanimento' non tardarono a manifestarsi.

 

bullet

22. 23 aprile '93 - 16 aprile '94: - un'era durata poco più di un'ora (esagero, esagero: è durata 325 giorni, per l'esattezza): e, forse, irripetibile. Epoca caratterizzata, in Italia, dalla contemporanea presenza, nella categoria dei detentori del potere, di personaggi dotati di doppio nome.

Autorità religiose.   Il sommo pontefice si chiama Giovanni Paolo II. è il terzo caso di nome duplice - includendo anche Simon Pietro - nella quasi bimillenaria storia del papato.    Il cardinale-arcivescovo di Milano (la prima e più importante diocesi d'Italia e d'Europa) si chiama Carlo Maria Martini.

Autorità civili.    Capo dello stato: Oscar Luigi Scalfaro.  Bisogna fare un salto indietro di quasi mezzo secolo per trovarne un altro con la stessa caratteristica: Vittorio Emanuele III.    Capo del governo: Carlo Azeglio Ciampi. L'ultimo primo ministro dotato di analoga 'prerogativa' era stato Francesco Saverio Nitti (1919-20).    Il magistrato che coordina il pool 'Mani Pulite' si chiama Francesco Saverio Borrelli.    E come non ricordare il padre-pastore, lo stratega e il nocchiero del popolo transnazionale dei 'radicali liberi' che risponde ai nomi di Marco Giacinto Pannella?    Infine, last but not least, va ricordato che anche il leader dell'unica superpotenza superstite - all'ombra della quale, ci piaccia o no, anche la nostra Italietta deve sbarcare il lunario - vanta un doppio nome: William Jefferson Clinton, detto Bill.

 

 
bullet

23.   L'ex-ambasciatore Sergio Romano opinionista acu[mina]tissimo.    

                                           Non porta più la piuma sul cappello, 

                                        ma incorporato ha un laser nel cervello.

 

 

bullet

24. - Inizio '98. - Nonostante la collaborazione di un principe della satira come Michele Serra e di una reginetta del vignettismo come ElleKappa (al secolo Laura Pellegrini), il quotidiano "l'Unità" è in crisi galoppante di vendite.    Come dire: non sono riusciti a salvare il foglio post-comunista né l'EFFETTO SERRA né il FATTORE L-K.

PS - Poi arriverà il red wasp doc  Furious McPigeon e la musica cambierà da così a così.     

 

 

bullet

25. Il fatto che in americano bossy significhi prepotente, arrogante è una conferma - casuale, casuale, per carità! - non tanto del detto latino nomen est omen (= il nome è un presagio) quanto dello spagnolo el nombre es el hombre (= il nome è l'uomo).

 

HOW BOSSY YOU ARE, MR BOSSI !

(= ma come è prepotente, sig. Bossi)

 

Non mancano naturalmente i casi in cui il nome (o cognome) esprime esattamente il contrario delle caratteristiche della persona che lo porta. Ad esempio: is Fabrizio Frizzi really frizzy? (= F. Frizzi è davvero ricciuto?). Risposta: No, not at all.  No, assolutamente.    Altri bisticci in circolazione in questo periodo: i botti di Bossi, i bossoli di Bossi, i colpi bassi di Bossi, le uscite di bassa... lega di Bossi.       

 

 

bullet

26. - 1995:  matura e si consuma il cosiddetto ribaltone: la Lega Nord abbandona, dopo pochi mesi, l'alleanza con il Cavaliere; che, non molto dopo, viene addirittura disarcionato.

1996:  si insedia il governo D'Alema. Non passano molte settimane che anche l'asse Baffino-Senatùr appare in crisi galoppante. Qualcuno si interroga:

 

HAI ROTTO CON GLI AZZURRI,

ROMPENDO STAI COI XXXX:

OR DOVE YZXXX , YXXXX,

ETNARCA DEI BUZZURRI ?

 


          NB - La soluzione in fondo alla pagina.

bullet

27. Più diplomazia, perbacco!   Luglio '94. - Non sono trascorse molte settimane dalla vittoria elettorale del Polo. Il sondaggista di fiducia di Berlusconi, Gianni Pilo, si permette di osservare che la maggior parte dei parlamentari di AN e della Lega Nord devono la propria elezione alla forza trainante di Forza Italia (scusate il bisticcio).    L'uscita viene presa malissimo dai seguaci di Fini e di Bossi e contribuisce ad acuire le tensioni già presenti in seno allo schieramento vittorioso.

 

AH, XXXX, XXXX

TU PER UN XYXX

NON SPACCHI IL XZXX:

MERITI IL XKXX.

 


           NB - La soluzione in fondo alla pagina.


bullet

28. Sperémo, ciò!   Anno 2000: tra la fine di marzo e i primi di aprile il vecchio e spennacchiato Corvo Bianco (Boris Eltsin) passa inopinatamente le consegne al (relativamente) giovane delfino Vladimir Putin (dalla faccia di bambino, sia pure di ghiaccio e d'acciaio).  Il mio amico Toni Scortegà di Vigodarzere si domanda pensieroso: <<saràlo un bravo putìn?>>.

NB - Tutti, o quasi, sanno che in veneto "putin" significa ragazzino.

 

 

bullet

29. Papa Mastai, recentemente beatificato, sarebbe stato - a detta dei seguaci del Gran Necroforo - un pontefice "piccolo piccolo".   Come dire:

PAPA PIO NANO

 

 

bullet

30.                            SVMMVM IVS, SVMMA INIVRIA  
      
(Il diritto formale, puntigliosamente rispettato, si risolve a volte in sostanziale ingiustizia)
                                   
20 ottobre 2000 - Dai giornali: l'ex-presidente della FIAT, Cesare Romiti (a cui è subentrato da qualche tempo Paolo Fresco), è stato recentemente condannato a un periodo di detenzione.    Un estimatore del Nostro, convinto - come noi, del resto - della sua sostanziale integrità morale, reagisce amareggiato col seguente bisenso:

PREDECESSORE DI PAOLINO XXXXXX,

                                      NON è GIUSTO CHE TU FINISCA AL XXXXXX.          S.P.Q.R

 


NB - La soluzione in fondo alla pagina.

 

 

bullet

31. L'Arcivescovo emerito di Bologna aveva - e certamente ha tuttora - il dono  di fotografare in modo incisivo atteggiamenti e situazioni non in linea con le eterne esigenze del Vangelo. Chi non ricorda <<l'Emilia sazia e disperata >>?   Per questo la stampa laicista non perdeva occasione per tentare di screditarlo, mettendolo in caricatura.  Ecco un epigramma composto all'epoca in cui il Nostro sedeva ancora sulla cattedra di San Petronio:

 

Di Bologna il Pastor, Giacomo  Xxxxx,

è sodo e arguto, è un presule coi  xyxxx.

Talun (perché il fedel di lui si  xzxxx)

<<I suoi discorsi - ghigna - sono xkxxx !>>.


                                                      (fra Serapione da Forlinpopoli)

 

 

 

          NB - La soluzione in fondo alla pagina.

 

 

bullet

32. Raffica di anagrammi riguardanti Romano Prodi, che ha ricoperto per un paio d'anni (durata record per la penisola!) la carica di Primo ministro.

oprò? - rimandò?   Prevalgono i problemi affrontati (e risolti) o quelli elusi?

riparò mondo!   Bilancio entusiasta: Prodi, demiurgo planetario.

MI PAR D'ORO? NO!    Valutazione cauta: non esageriamo con le lodi.

prono dormìa    Per la sua sudditanza verso i 'poteri forti', non ha tirato fuori un ragno dal buco.

PORDOI: NORMA    Il ciclista Prodi ha dovuto fronteggiare situazioni comunque in forte salita: siamo comprensivi!

DOMINò PRORA    La sua bonomia emiliana non gli impedì di reggere il timone con mano ferma.

imparò rondò    Non dotato di una comunicativa iper-coinvolgente, ha però fatto dei passi avanti anche in questa direzione.

MORDI? - NO: APRO    La ricerca del dialogo ha prevalso sul confronto polemico duro.

RAI PRO-MONDO    Spinse i mass-media a promuovere iniziative umanitarie.

- APRI? - NO: DORMO!    Altro stroncatore: il governo Prodi sarebbe stato spesso pigramente sordo a legittime richieste di collaborazione.

 

PORNO DIMORA    Bocciatura impietosa, alla Pannella o alla Bossi: Roma ladrona anche con Romano è rimasta quella che era e palazzo Chigi somiglia, anche con il canonico (ah, bricconcello di un Forattini!) di Scandiano, a un... appartamento per appuntamenti.

<<RIDANO: ROMPO!>>    Parla Prodi: <<Mi chiamino pure dottor Balanzone, Mortadella, Monsignore. Il fatto è che io scardino i loro loschi equilibri>>.

 

NB - Come tutti gli anagrammi, anche questi possono apparire più o meno calzanti. Alcuni potrebbero esprimere caratteristiche addirittura opposte rispetto a quelle del soggetto in questione (= antagrammi).    Altri si presentano come definizioni a doppio taglio: l'aggiunta o meno di un punto interrogativo può capovolgerne il significato. Oppure sono ambivalenti già in partenza. Ad es.: ODOR PROMANI (si tratta di odore gradevole o nauseabondo?).

 

Se il latino non fosse stato messo al bando da tempo dal civile e culturale consorzio, il cognome di Prodi avrebbe potuto essere utilmente accostato ad alcune voci verbali della lingua di Roma antica.    In latino PRODI significa: AVANZA (imperativo da pròdeo-is) o anche: ESSERE TRADITO (infinito passivo da prodo-is). Utilizzando la prima assonanza, potremmo immaginare una frase di questo genere: "Va' avanti, Romano!".  Frase simpaticamente beneaugurante, insomma. Oppure potremmo malignare con un'espressione come questa: "Vieni avanti, Prodino!".  

L'equivalenza tra PRODI ed ESSERE TRADITO potrebbe commentare suggestivamente l'uscita di scena del Nostro, in quanto Presidente del consiglio: vicenda che da non pochi - non escluso lo stesso interessato - è stata vista come un più o meno sofisticato, più o meno plateale, 'sgambetto'.

A suggello di tutto, il prof. Aristodemo propone questo esametro, che farà accapponare la pelle ai puristi, tante sono le "licenze metriche" che contiene:

 

EST TIBI AGNOMEN "PRODI", ROMANE, FATUMQUE

(= TU HAI, O ROMANO, 'PRODI' COME COGNOME E COME DESTINO).

 

Ah, dimenticavo: durante il suo mandato di 'premier', Prodi - non ricordo più a che proposito - fu attaccato da una certa parte politica come inaffidabile, mancante di parola e raffigurato perfino col naso di Pinocchio (frustrazione tra tutti quei politici che aspiravano all'esclusiva dell'accostamento). Se il latino non fosse quel linguaggio fuori moda e fuori gioco che tutti sanno (repetìta iuvant), si sarebbe potuto coniare lo slogan prodi pròditor (= Prodi... traditore).   O più bonariamente, senza scomodare la lingua di Tacito, proporre questo cambio di iniziale:

 

XXXXX, XXXXX

TU CI  YXXXX

 


N.B. - La soluzione in fondo alla pagina.

 

 

1998.   Disarcionato come premier in Italia a favore di D'Alema, l'on. Prodi viene eletto presidente della Commissione europea di Bruxelles. Un mega-contentino, a dir poco. Di qui il seguente bisenso:

 

A QUALI NOBILI

PRODE TU APPRODI,

ROMANO ESIMIO,

PRODE TRA I PRODI.

 

 

P.S. - Un noto quotidiano francese mi suggerisce un ulteriore gioco elogiativo riferito a Prodi: Prodi = prodige.

 

 

 

bullet

33. SCRITTURA CRITTOGRAFICA  (XX XXXX XX XXXXXXXXXXX) (2,4,2,11)

                              
Le 7 meraviglie del mondo

1.  IL COLOSSO DI RODI
2. UMBERTO ECO
3. IL MAUSOLEO DI ALICARNASSO
4. LA STATUA DI ZEUS A OLIMPIA
5. IL TEMPI DI ARTEMIDE A EFESO
6. I GIARDINI PENSILI DI BABILONIA
7. LA PIRAMIDE DI CHEOPE IN EGITTO

Ad una prima rapida lettura, salta agli occhi, in questo elenco, la vistosa presenza di un illustre intruso. Ma ad una successiva più attenta rilettura, l'intruso si rivelerà tale solo in apparenza.

N.B. - La soluzione al precedente enigma si trova incorporata allo stelloncino sez. V -  n° 15.

bullet

34. A proposito di un recente dibattibecco (a mezza strada tra il dibattito e il battibecco) tra due economisti di vaglia, Giulio Tremonti e Mario Monti, uno spiritosone ha commentato: "Eh, però, non è sportivo: tre contro uno!".

bullet

35.  Goffredo Lombardo, il pigmalione che suggerì alla nostra diva forse più famosa nel mondo di mutare il natio cognome Scicolone - così carico di tutto il calore del Sud! - nell'algido, finto-esotico Loren  non si proponeva probabilmente di "imporre" anzitutto la sua creatura sul mercato cinematografico di lingua tedesca.
Nella lingua di Goethe, infatti, LOREN SIGNIFICA VAGONCINI (in dotazione ai minatori).


bullet

36. E se l'alfiere in carica della Ferrari, invece che in Germania, avesse visto la luce - chessò - in Francia?
Niente paura. Invece che Michael Schumacher, oggi acclameremmo Michel Cordonnier.    
- E se fosse nato in Spagna?   -    Acclameremmo Miguel  Zapatero.    
- E se in Italia (un po' più a sud dell'Alto Adige/Südtirol, naturalmente)?   -     Ci spelleremmo le mani per Michele Calzolari.   
Poco invece sarebbe cambiato se il superpilota in questione fosse nato in Inghilterra o in qualche altro paese anglofono: ci esalteremmo, in tal caso, per le imprese di Michael  [Mike]  Shoemaker.    

P.S. - Il giochino, nella sua idiozia, è talmente 'intrigante' che ci ripromettiamo di proseguirlo (una volta ripreso fiato). In russo, comunque, il ferrarista di punta risponderebbe al nome di Mikhail Sapòzhnikov.    

bullet

37. Per la serie (semi-)infinita NOMEN [NON] OMEN: all'Ospedale Torrette di Ancona opera - egregiamente: non per nulla è il primario del reparto! - un chirurgo che si chiama Adriano Tagliabracci.

N.B. - Un'allieva del sullodato luminare - che si firma con un nome (d'arte?) leggiadramente nordico -  tiene a precisare che il prof. Tagliabracci non è chirurgo, bensì medico legale; per cui difficilmente avrà occasione di bazzicare in sala operatoria.  Forse anche per non turbare, col suo "inquietante" cognome, pazienti particolarmente impressionabili e/o superstiziosi.

(Grazie, Astrid!).


bullet

38. Premesso che in tedesco BIN significa (IO) SONO e LADEN equivale a NEGOZIO, sotto il ritratto del padre di al-Qaida si potrebbe apporre la seguente didascalia (appartenente al genere "umorismo macabro"):

                                  ICH  BIN  EIN  SPRENGSTOFFSLADEN
                               (= io sono un negozio di esplosivi.)     

bullet

39. Gli avversari politici del leader socialista tedesco Oskar La Fontaine hanno buon gioco nel poter sfruttare l'omonimia di quest'ultimo col celebre favolista francese:

                                        La Fontaines Märchen  
                                        (le ... frottole di La Fontaine).    

bullet

40. In Spagna trionfa Zapatero.  Negli autodromi Schumacher impazza (e fa impazzire: tifosi e avversari).  E' il momento d'oro dei calzolai.  Viva San Crispino!  (= protector de los zapateros ___ Beschützer der Schuhmacher).       

bullet

41.                    DIVERTE E INDUCE ALLA PENSOSITA'
                         
Cambio di consonante + zeppa

                                         Un regista tra i più xxxxx
                                         certamente è Pupi Xyxxx.
                                         A elogiarti siamo in tanti:
                                         caro Xyxxx, sempre xyxzxx !

N.B. - La soluzione
in fondo alla pagina.


bullet

42.                                          PICENVM, VALE !    S.P.Q.R.
                            
(= vi saluto, Marche)

Ma la regione Marche, sportivamente parlando, vale o non vale ?
Risposta: VALE, VALE. Urca, se vale. Vale il doppio. Vale due volte.


Valentino_Rossi001.JPG

VALENTINO  Dottor ROSSI 
(che detesta i libri grossi)
ai rivali lascia gli ossi.

VALENTINA ossia VEZZALI 
(dai sembianti angelicali) 
lascia gli ossi alle rivali.


                                                                      Valentino  &  Valentina,
                                                                      che accoppiata sopraffina !

                                                                      Valentina  &  Valentino,
                                                                      che bel duo d'oro zecchino !


bullet

43.               NON DECLASSATELA A SOUBRETTE !
                                       Cambio di consonante + cambio di iniziale

                                       Ammiro Paola, detta anche  Xxxxxx;
                                       è spontanea, spigliata, mai  xxyxxx;
                                       e poi seria, tutt'altro che  zzzzzzz;
                                       diva vera, non semplice kzzzzzz.

N.B. - La soluzione in fondo alla pagina.


bullet

44.           SI ACCETTANO SCOMMESSE  [SIMBOLICHE, OVVIAMENTE]


                
Chi troppo....................................................................... e chi (quasi) niente

Quanto volete scommettere che nessuno di questi due eminentissimi Cardinali verrà eletto al soglio di Pietro?  Il motivo è di palmare evidenza.
Provate a immaginare il seguente scioglilingua: 

                            se l'arcivescovo Razafindratandra di Antananarivo 
                     si disarcivescovorazafindratandradisantananarivizzasse, 
                     vi disarcivescovorazafindratandradisantananarivizzereste voi?



bullet

45.                                     Jude Law: rude & raw ?

                         
    
(Explanation will follow)

bullet

46.                            DESINENZE  FUORVIANTI

A Radio 3-Mondo e a Prima Pagina (due trasmissioni interessantissime, che formano praticamente un blocco unitario) lavorano  due valenti giornalisti dal cognome quasi identico: Giordano e Giordana. Il curioso è che "il primo" è una giornalista e "la seconda" è un giornalista.
Rispettivamente: Anna Maria  Giordano & Emanuele Giordana.

Altra curiosa incongruenza.   Ségolène - splendida signora sulla cresta dell'onda - è Royal.  Casinò (vocabolo di genere inequivocabilmente maschile) è Royale.

 

bullet

47.                    NOMEN  NON  OMEN ?

Il noto Vladimir Luxuria si presenta candidato nelle file dell'Unione.  Il nome all'anagrafe pare sia Vladimiro Guadagno
E se dovesse, invece, rappresentare una perdita?

 

bullet

48.    PLICO  DELLA  GIRANDOLA:  corposo incartamento, di argomento mnemotecnico, con annesso giocattolo girevole.


 

bullet

49.  Problemino di  Pyzzicopathologia zozzualis     -     Il comportamento esibizionistico è eroticamente gratificante per la donna che eventualmente lo mette in atto?  
Detto telegraficamente:

                                  G
odiva    godeva ?


 

bullet

50.                  Vive la République !  Vive la Reine !         
 

Corona


Di Ségolène Royal - candidata, come è noto, all'Eliseo - se ne sono dette (da parte di osservatori malevoli) di cotte e di crude.  Ma nessuno (salvo sviste) si è mai finora azzardato a insinuare che Madame è un'assidua frequentatrice - una habituée - del quasi omonimo Casinò(A tal proposito, rimandiamo alla noticina in calce del n. 46).


 

bullet

51.                               BENTORNATO, ROMBO DI TUONO !

Lunedì, 11 dicembre 2006: "Questa settimana condurrà per voi Prima Pagina...  Gigi Riva".

                                                      Gigirriva, facci sognare !
                                                     Gigirriva,
torna a segnare !



 

bullet

52.  Il solito nostalgico della vecchia sinistra rimpiange i tempi in cui il PCI era dominato dalla figura del Migliore  (alias Palmiro Togliatti).  Del tutto a torto: uno degli esponenti più in vista di Rifondazione Comunista è infatti il compagno Migliore (nonché Gennaro, per la gioia dei napoletani).


 

bullet

53.                                      IL  LUPO  PERDE  IL  PELO...

    "I
parenti delle vittime  [del terrorismo, ndr] fanno carriera politica con il dolore".
[
In caso di insurrezione] "potrei anche tornare a sparare".

Così si sarebbe espresso, stando ai giornali, il noto ex-terrorista ed ex-latitante Oreste S.

Un mio amico enigmista lo ha definito uno scarto sillabico iniziale a piede libero.
(
Come dargli torto?).


 

bullet

54.            trilli,  strilli  E  CINGUETTìI

N
illa Pizzi, Mina Mazzini, Milva Biolcati, Iva Zanicchi, Gigliola Cinquetti...  iiiiiiiiiiiiiiih, quante i !


 

bullet

55.        NON DITELO AI FANS DI FIORELLA E DI RICCARDO !

                              Mannoia?   M'annoia !      ***     Cocciante?   Scocciante !

NB - Non sempre i nomi si intonano alle rispettive realtà. Questo è un caso esemplare.

 

bullet

56.                   IL DESTINO NEL NOME ?

Furoreggia in questi giorni, nelle sale cinematografiche, un film intitolato appunto, Il destino nel nome.
Precisazione doverosa: non si tratta della biografia del nuovo Capo di polizia, Antonio Manganelli.
Anche perché il funzionario in questione è notoriamente fautore della linea del dialogo, della trattativa, della mediazione.  Il ricorso ai fatidici sfollagente (di littoria e scelbiana memoria) dovrebbe costituire una "extrema ratio".


 

bullet

57.         NELLE  BARRIERE  DI VALLETTOPOLI...

                                                    ... anche la Yespica
                                                    oggi v' incespica.


 

bullet

58.        EFFETTO SERRA:  IL POLO SI SQUAGLIA

Q
uesto grido d'allarme ecologico può essere letto anche in chiave politica: le micidiali bordate di Michele Serra - principe dei critici progressisti  -  rischiano di far crollare la già traballante Casa delle Libertà.


 

bullet

59.
                               
                                                     (
da Libero, 19 agosto 2007)

                  MELANDRINA  MALANDRINA !


 

bullet

60.                          IL  SENATUR  TORNA  A  "SPARARE"
                                                         Falso cambio di genere

                                                       Bossi "Spartaco" minaccia:
                                                    Or la Lega il mitra imbraccia:
                                                    'sto Governo rompe troppo.
                                              Schioppa, attento al nostro schioppo!



 

bullet

61.               PARONOMASIA FORTUITA?

Le tasse sono bellissime. Tommaso Padoa Schioppa, a nome e per conto – ovviamente – del Fisco. E in Val Fiscalina ecco, puntuale, prodursi una apocalittica frana.  Di festosa esultanza?

 

bullet

62.               CLEMENTONE  VS  CLEMENTINA

I due clementissimi della giustizia italiana - il ministro Mastella e la GIP Forleo - sono entrati inopinatamente in rotta di collisione.  Una malalingua è uscita con questa battutaccia: in caso di scontro armato, non ci sarebbe partita: la Clementina dispone, al massimo, dei quattro terroristi "derubricati" a patrioti alcuni mesi fa; il Clemente può invece contare su legioni e legioni di indultati.


 

bullet

63.                CEPPALONI  VS  CALDAROLA

Pare che il Ministro Guardasigilli, per motivi facilmente comprensibili, abbia imposto la chiusura anticipata della mostra dedicata al celebre De Magistris.


 

bullet

64.                         M. V.? B .

 Non tutti, nella Casa delle Libertà, sono convinti che l'apporto di Brambie la Rossa sarebbe positivo in caso di consultazione elettorale prossima ventura. Qualcuno pensa esattamente l'opposto. E tra questi, pare, Giulietto Tremonti, detto Calimero con gli artigli[etti]. Si dovrebbe, per costoro, parlare di

                                                   Michela Sconfitta Brambilla

 

bullet

65.                                        LA CASTA RINGRAZIA
 

Agli autori del recente best seller LA CASTA – S. Rizzi e G. Stella – sarebbe recentemente pervenuta una missiva in questi termini: Vi ringrazio per la graditissima biografia, benevola e addirittura lusinghiera, che avete avuto la bontà di dedicarmi.  

              F.to  Laetitia.

 

bullet

66.

NUVOLA BIONDA
Zeppa anti-politica

Dell'infida politica
tra gli oscuri meandri
come si muove eterea
Giovannina Melandri

 

 

bullet

67.

Squallidiana Sconcezzetto


                                                    





Soluzione al n. 2:    proietti, Proietti
Soluzione al n. 14:  Visco, Fisco, disco
Soluzione al n. 20:  racchia, Fracchia
Soluzione al n. 26:  rossi, bussi, Bossi
Soluzione al n. 27: Pilo, pelo, Polo, palo
Soluzione al n. 30: Fresco, fresco
Soluzione al n. 31: Biffi, baffi, beffi, buffi
Soluzione al n. 32: Prodi, frodi
Soluzione al n. 41: amati, Avati; Avati, avanti
Soluzione al n. 43: Barale, banale; civetta, divetta.  [NB - Non avevamo ancora visionato, all'epoca, la trasmissione televisiva Film privato, di cui protagonista è, appunto, la Paoletta nazionale e copro-coprotagonista  un sosia di Tomas Millian, detto er Monnezza]

Torna alla pagina precedente